Marchio internazionale:

Il marchio nazionale può essere esteso agli stati esteri di interesse tramite apposite richieste a seconda che i paesi facciano parte dell'Accordo o del Protocollo di Madrid. In questo caso il marchio varrà per il territorio italiano e per i paesi esteri per cui è stata estesa la registrazione.

E’ opportuno per il marchio internazionale procedere con un margine di almeno 3 mesi in quanto per la validita’ della priorita’ derivante dal deposito del marchio nazionale occorre che l’ufficio Italiano marchi provveda nel terminedi 6 mesi alla registrazione del marchio nazionale. Il deposito del marchio internazionale prevede la richiesta di piu’ marchi nazionali mediante un’unica procedura. A termine della fase internazionale che dura circa 12 mesi, viene concessa la registrazione internazionale con relativa pubblicazione nella banca dati dell’OMPI. Successivamente l’OMPI trasmette i fascicoli agli uffici di ciascun paese designato e si entra nelle fasi nazionali


L'ufficio marchi di ciascun paese prima di procedere alla registrazione effettua le ricerche di anteriorita' e solo se non vi sono marchi anteriori o se ritiene il marchio e’ registrabile secondo il loro ordinamento, procedono alla registrazione o rifiutano la richiesta previa motivazione. In seguito occorrera' valutare se ricorrere o meno attraverso nostri corrispondenti locali nel paese di riferimento. La fase nazionale dura mediamnete 12/18 mesi. La tutela giuridica richiede una azione legale distinta per ciascun paese con relativi costi e tempi. E’ anche richiesto l’utilizzo del marchio in ciascun paese pe non perdere l’esclusiva dopo i primi 5 anni di inutilizzo. Effettuando anteriormente la visura per marchi italiani, comunitari, internazionale e Stati Uniti abbiamo una ragionevole certezza per poter avviare la domanda internazionale. E’ possibile effettuare anteriormente anche le visure per i marchi nazionali in ciascun paese di interesse. I costi variano da nazione e nazione. Occorre effettuare una valutazione di costo/convenienza .

Il rapporto costo/prestazione resta focalizzato per un alto livello qualitativo del servizio. Non di rado gli uffici post deposito inviano comunicazioni e richieste a cui occorre rispondere in modo adeguato. Questi eventuali costi e i costi per seguire eventuali azioni legali non sono compresi nei costi di deposito.

 



PAESI MEMBRI DELL'ACCORDO DI MADRID e/o DEL PROTOCOLLO DI MADRID :

 
Afghanistan France Oman
Curaçao Mexico Türkiye
Cyprus Monaco Turkmenistan
Czech Republic Mongolia Ukraine
Democratic People’s Republic of Korea Montenegro United Arab Emirates
Denmark Morocco United Kingdom
Egypt Mozambique United States of America
Estonia Namibia Uzbekistan
Eswatini New Zealand Viet Nam
European Union North Macedonia Zambia
Finland Norway Zimbabwe